English Spanish Germany France
- - - Sito ufficiale degli Amici del Museo Storico della Terza Armata - Palazzo Camerini-Bembo via Altinate Padova. - - -
 


Giuseppe
UNGARETTI

Soldati

Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie






  Giornali e giornalisti nella Grande Guerra
Postato da fabio il Domenica, 12 marzo @ 10:52:39 CET (59 letture) Leggi Tutto... | Voto: 0
Prima guerra mondiale Anonymous writes "Conferenze  Conferenze
Data Evento: giovedì, 23 marzo 2017  Ora Inizio: 18:00
Data Finale: giovedì, 23 marzo 2017  Ora Termine: 20:00


Giornali e giornalisti  nella Grande Guerra
"tra informazione e propaganda"
relatore
Roberto ZALAMBANI

In parallelo con l' immane conflitto combattuto su tre continenti, e anche nei mari, nelle retrovie e tra le trincee si consumò un' altra guerra, sottile e martellante, che utilizzava tutti i mezzi di informazione conosciuti; attraverso quotidiani e periodici, attraverso la professionalità dei migliori giornalisti ma anche di disegnatori, fotografi, pittori.
Obiettivo principale era quello di influenzare l' opinione pubblica, spesso sgomenta, criminalizzando il nemico ma anche cercando di tranquillizzare gli affetti di casa, ammantando di eroismo ogni vita perduta, supportando decisioni politiche e militari con la " promessa " di una vittoria rapida e di una pace giusta.
Un 'informazione che cercava perfino di far sorridere tra i camminamenti e le trincee. Molti giornalisti scelsero volontariamente di lasciare le redazioni per andare a combattere in prima linea e oltre duecento si sono sacrificati per l' ideale di patria con un eroismo che per alcuni di loro ha significato il riconoscimento della medaglia d' oro al valor militare.
Roberto Zalambani è consigliere nazionale dell' Ordine dei Giornalisti, storico del giornalismo e collezionista di giornali, molti dei quali relativi agli anni della Grande Guerra, organizza mostre e partecipa a conferenze.
"
 

  Isonzo le 12 battaglie
Postato da fabio il Mercoledž, 01 marzo @ 21:26:35 CET (51 letture) Leggi Tutto... | Voto: 0
Mostre Anonymous writes "Mostre  Mostre
Data Evento: domenica, 05 marzo 2017  Ora Inizio: 09:00
Data Finale: domenica, 02 aprile 2017  Ora Termine: 18:00

"
 

  Crocerossine
Postato da fabio il Mercoledž, 01 marzo @ 21:19:37 CET (64 letture) Leggi Tutto... | Voto: 0
Prima guerra mondiale Anonymous writes "Incontri  Incontri
Data Evento: giovedì, 09 marzo 2017  Ora Inizio: 18:00
Data Finale: giovedì, 09 marzo 2017  Ora Termine: 20:00

"
 

  Padova nella Grande Guerra
Postato da fabio il Mercoledž, 01 marzo @ 21:16:49 CET (98 letture) Leggi Tutto... | Voto: 0
Prima guerra mondiale Anonymous writes "Incontri  Incontri
Data Evento: giovedì, 23 febbraio 2017  Ora Inizio: 18:00
Data Finale: giovedì, 23 febbraio 2017  Ora Termine: 20:00

"
 

  ALI ITALIANE NELLA GRANDE GUERRA
Postato da fabio il Sabato, 04 febbraio @ 22:08:06 CET (76 letture) Leggi Tutto... | Voto: 0
Prima guerra mondiale Anonymous writes "  Cultura
Data Evento: giovedì, 09 febbraio 2017  Ora Inizio: 06:00
Data Finale: giovedì, 09 febbraio 2017  Ora Termine: 08:00

L'aviazione italiana dopo l'esordio nella Guerra di Libia si presentò nel maggio 1915 con le 12 squadriglie esistenti proiettate verso la fronte dell'Isonzo, con soli 50 piloti e 6 osservatori. Tutti i velivoli erano ricognitori di produzione francese.Con l'introduzione dei trimotori Caproni Ca.1 nell'agosto 1915, l'Italia fu la prima e sola nazione a sviluppare un velivolo espressamente concepito come bombardiere e impiegarlo offensivamente.L'esigenza di contrastare i velivoli avversari portò alla nascita della caccia con i primi abbattimenti dalla primavera 1916. I velivoli furono caccia francesi Nieuport e quindi Hanriot prodotti sotto licenza e solo nella fase finale del conflitto furono introdotti alcuni caccia Ansaldo di concezione nazionale, affiancati agli SPAD di produzione francese.Nella ricognizione, i vari velivoli dapprima monoplani e successivamente biplani a travi di coda Caudron, Farman, Savoia-Pomilio dell'aviazione d'artiglieria vennero sostituiti dalla serie dei Pomilio e SAML.Solo nell'ultimo anno di guerra al fronte arrivò un ottimo apparecchio dapprima con gli Ansaldo SVA monoposto e solo in pochissimi esemplari con gli SVA biposto. Nel 1918 l'aviazione schierava una componente di aviazione d'artiglieria e di fanteria pari quasi a metà dei velivoli totali.I totali portarono a 23.970 motori e 12.016 velivoli prodotti, più del doppio dell'Austria-Ungheria, l'avversario diretto.
relatore: Ing. Decio Zorini"
 
Luglio 2018
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
Nessun evento oggi.

Suggerisci un evento Suggerisci un evento

Feste militari
[ Feste militari ]

Sabato, 21 gennaio
· LETTERE DAL DON
· LA LETTERA SVELATA
Mercoledž, 30 novembre
· CON OPERA PAZIENTE E SILENZIOSA
Sabato, 19 novembre
· UN CENTENARIO EMBLEMATICO
Domenica, 30 ottobre
· Il prezzo dell'onore
Sabato, 22 ottobre
· LE ARMATE DEL 1859
Mercoledž, 08 giugno
· Convegno e mostra - Strafexpedition 1916: alle origini del profugato -
Mercoledž, 18 maggio
· Problemi sanitari di guerra
Martedž, 17 maggio
· L'offensiva di primavera
· A colpi di matita
· La memoria diviene presenza
Venerdž, 05 febbraio
· Emanuele Filiberto Duca d'Aosta